Ispettorato

Sicurezza sul lavoro e salvaguardia della salute

La protezione della salute e la sicurezza sul lavoro sono molto importanti per l’ASIC. Con la soluzione settoriale n. 8 promuove la sicurezza sul lavoro e la protezione della salute dei collaboratori, riduce i rischi di infortuni e sostiene le aziende nel reperimento di soluzioni efficaci. Poco dopo l’introduzione della direttiva CFSL 6508 “Direttiva ASA”, l’ASIC ha iniziato a occuparsi costantemente di sicurezza sul lavoro e protezione della salute. In primo luogo per soddisfare l’esigenza delle aziende di una soluzione settoriale semplice e improntata alla pratica, che affrontasse i rischi dell’industria della ghiaia e del calcestruzzo.
Il lavoro negli stabilimenti di produzione di calcestruzzo e ghiaia cela molti rischi di infortunio dal momento che vengono utilizzate macchine e strutture tecniche, tra cui impianti a nastri trasportatori. È necessario sollevare e trasportare carichi. Spesso anche la disattenzione o una situazione rischiosa sottovalutata possono essere la causa di un infortunio. Negli stabilimenti per la produzione di calcestruzzo e ghiaia ricorrono spesso lesioni agli occhi, alle mani e da cadute. Con l’aiuto di corsi di specializzazione e ispezioni in loco all’interno dell’azienda a cura di tecnici qualificati è possibile promuovere efficacemente la sicurezza sul lavoro, la protezione della salute e la salvaguardia ambientale. Nell’ambito della soluzione settoriale n. 8 vengono elaborati continuamente strumenti ausiliari come liste di controllo, documentazione per la formazione, relazioni, fogli di istruzioni e moduli di controllo, per metterle a disposizione delle aziende.
Ogni azienda designa un coordinatore nell’ambito della soluzione settoriale, che si occupi dell’applicazione delle misure interne all’azienda in materia di sicurezza sul lavoro e protezione della salute. Tale coordinatore è anche il referente per l’ASIC. Nello svolgimento delle loro mansioni, i coordinatori sono supportati dagli specialisti dell’ASIC. Gli interessanti temi specifici affrontati nei convegni che si tengono ogni anno per lo scambio di esperienze, aiutano il coordinatore a rimanere aggiornato sul piano tecnico.
Qualora tale soluzione sia anche di vostro interesse, inoltrateci la dichiarazione di adesione compilata e noi ci adopereremo in ogni modo affinché anche la vostra azienda possa far parte di questa storia di successo.

Strumento di misurazione della polvere di quarzo

Dopo che nel 2011 SUVA ha classificato la polvere di quarzo cancerogena, nel 2012 l’ASIC ha elaborato in un gruppo di lavoro con SUVA degli ausili per la sensibilizzazione del settore. Così dalla fine del 2012 sono disponibili una nuova lista di controllo SUVA e una scheda tematica SUVA.
I soci ASIC e i partecipanti alla soluzione settoriale hanno la possibilità di noleggiare uno strumento di misurazione delle polveri a condizioni vantaggiose (modulo di richiesta).