Calcestruzzo

Riciclaggio e demolizione

Chiusura dei cicli di materiali

Il settore si fa carico dell’approvvigionamento decentrato di materie prime minerali a livello regionale in Svizzera e si occupa dello smaltimento differenziato del materiale di sgombero. Questa struttura decentrata consente percorsi di trasporto ridotti e pertanto ecologici e fa sì che ogni regione possa assicurare un approvvigionamento proprio e mettere a disposizione discariche per il riciclaggio.

In che modo avviene il riciclaggio?

Beton, Recycling und Kreislauf
Il minore consumo di energia offerto da concetti di riciclaggio intelligenti consente di ottenere risparmi sui costi salvaguardando quindi le risorse naturali.

In base a stime di massima, in Svizzera vengono calcolati circa 500 chilogrammi di detriti di cantiere per abitante all’anno. Circa tra l’80 e il 90 percento dei detriti di cantiere viene riciclato già oggi. La quantità che ne risulta corrisponde a circa il 10 – 12 percento della ghiaia estratta in Svizzera. In teoria i detriti di cantiere possono essere riciclati pressoché al 100 percento, tuttavia la classificazione e il trattamento dei detriti di cantiere causano spesso costi molto elevati. Ecco perché fino ad oggi non ha ancora preso piede una vasta applicazione. In futuro l’importanza del riciclaggio continuerà sicuramente a crescere. Per poter cogliere le opportunità del riciclaggio è importante basare i progetti edilizi su metodi di costruzione ecologici che tengano conto di un corretto smaltimento.

L’ASIC ha iniziato ad analizzare le qualità e le rispettive possibilità d’uso di diversi materiali riciclati ormai da oltre 20 anni. Con il suo ispettorato oggi l’ASIC assicura che il riempimento delle cave di ghiaia avvenga esclusivamente con materiale di scavo pulito e che il materiale riciclabile torni a confluire nel circuito dei beni.

Trovate ulteriori informazioni nella Strategia sulla sostenibilità approvata dall’ASIC, che si basa sulla Strategia del recycling del 2009.

Dove finiscono i rifiuti edili che non vengono riciclati?

I rifiuti edili misti vengono smistati in impianti di trattamento per materiale edile ingombrante. Così i rifiuti vengono conferiti correttamente agli impianti idonei di riutilizzo o di smaltimento. I residui provenienti dall’incenerimento dei rifiuti e i rifiuti non idonei al riciclaggio o alla valorizzazione energetica sono depositati in discariche autorizzate.

In Svizzera esistono cinque tipi di discariche. Le lettere dalla A alla E con cui sono contrassegnate rappresentano il grado progressivo di pericolosità dei rifiuti depositati. Determinanti per l’autorizzazione di deposito sono in particolare il tenore totale di sostanze nocive (mg/kg di sostanza secca) e, in parte, i valori dell’eluato (mg/L) dei rifiuti:

  • nelle discariche di tipo A è ammesso depositare i rifiuti quali il materiale di scavo e di sgombero, se è possibile escludere qualsiasi inquinamento.
  • Nelle discariche di tipo B possono essere depositati solo i rifiuti esplicitamente autorizzati e altri rifiuti minerali se è comprovato che soddisfano le esigenze concernenti ad esempio i valori soglia e dell’eluato.
  • Nelle discariche di tipo C è ammesso depositare i rifiuti contenenti metalli, anorganici e difficilmente solubili. Ciò presuppone un loro pretrattamento per eliminare il più possibile le sostanze organiche.
  • Le ceneri dei filtri degli impianti di incenerimento dei rifiuti urbani sono tipici rappresentanti dell’elenco esaustivo dei rifiuti che possono essere depositati nelle discariche di tipo D.
  • Infine, la gamma di rifiuti ammessi nelle discariche di tipo E è più ampia, pur se occorre rispettare il tenore totale massimo di sostanze organiche. Possono esservi depositati i rifiuti elencati. Sono ammessi anche altri rifiuti, a condizione che rispettino i valori soglia stabiliti.

Il gestore di una discarica che, nella sua funzione di azienda di smaltimento, riceve rifiuti speciali o altri rifiuti soggetti a controllo deve disporre di un’autorizzazione. Questa procedura e le fasi di una discarica (realizzazione, esercizio, manutenzione post-operativa e altri dettagli) sono disciplinate nell’Ordinanza sulla prevenzione e lo smaltimento dei rifiuti OPSR (link all’Ordinanza). Assicurare spazio sufficiente per le discariche è di competenza dei Cantoni che in genere dispongono in tal senso nel proprio piano direttore.

Sul sito web dell’Ufficio federale dell’ambiente UFAM trovate un elenco delle discariche in Svizzera: link. I soci ASIC gestiscono prevalentemente discariche di tipo A e B.